Le competenze di un dronista

Dronista Marco De Bigontina all'opera in un cantiere

Il drone è uno strumento affascinante, ma in ambito professionale occorre che il dronista abbia diverse competenze oltre alla sola abilità di volo, che già non è una passeggiata. Le destinazioni d’uso sono e saranno molteplici, ma la principale è la realizzazione di foto e video: servono quindi competenze tecniche precise di fotografia e video editing.

Abilità di volo

Faccio volare droni da circa due anni e ho potuto constatare alcune cose:

innanzitutto, avere una certa età e una conseguente lunga esperienza di vita, anzichè essere un handicap, mi aiuta moltissimo; l’età quindi come fattore determinante la maggiore esperienza, a patto di essere ancora in buone condizioni fisiche e mentali, ancora lucidi e presenti e soprattutto sereni e non stressati da fattori quotidiani disturbanti;

avere praticato molti sport anche molto impegnativi mi aiuta certamente a mantenere la concentrazione per molto tempo, a mantenere il sangue freddo al verificarsi di situazioni inattese e a reagire con azioni repentine a correzione di comportamenti imprevisti del drone dovuti ad esempio a perdita del segnale GPS, al vento etc.

Inoltre, la capacità/abilità di volo, oltrechè aumentare con le ore di volo effettuate comincia già molto prima della missione di volo. Un volo ben eseguito è frutto di uno studio approfondito dei settaggi software necessari e adatti ad effettuare la missione di volo, ad una impostazione accurata dei settaggi software, alla predisposizione e controllo accurato del drone e di tutta l’attrezzatura e della predisposizione ordinata della stessa per il momento e il luogo del decollo.
Tutto deve essere cioè eseguito con automatismi che riducano al minimo le potenziali dimenticanze che poi possono generare un crash del drone.

Competenze di foto e video editing

Per un autodidatta come me in campo fotografico e di video editing, il fattore determinante i miglioramenti che sono continui, è certamente stato la forte passione per la fotografia trasmessami da mio padre quando ero ancora un ragazzino.

Ho cominciato a fotografare con una vecchia macchina fotografica 6×6 di mio padre a circa 12 anni e ho cominciato a realizzare video con la prima SONY HANDICAM comprata a New York durante uno dei miei primi viaggi di lavoro.

La passione poi mi ha indotto a studiare e approfondire il lavoro di molti che come me, per professione o per diletto, realizzano fotografie e video, a chiedere loro consigli e suggerimenti, a condividere con loro le mie realizzazioni per cercare di migliorarle.

La passione per la tecnologia inoltre mi ha indotto a studiare le soluzioni tecniche che consentono di migliorare l’attrezzatura e poi con l’avvento dei droni e le “camere volanti” la modalità di volo per ottenere la migliore luce e la migliore inquadratura.
La passione mi ha consentito di trascorrere ore senza sentire la stanchezza per eseguire la postproduzione con programmi a volte un po’ ostici, ma che danno grande valore aggiunto alle immagini originali.

A fine anni 80, eseguivo il montaggio con i primi computer Apple e poi riversavo il filmato sulle videocassette che regalavo ai miei amici, con cui avevo trascorso momenti entusiasmanti sugli sci o in parete arrampicando. Molti di loro le conservano gelosamente. 🙂

A tal proposito, potete guastarvi la sezione speciale del mio portfolio dei video di montagna.

Conoscenza tecniche

La passione rende naturale la mia predisposizione ad un continuo aggiornamento, l’attenzione a tutto ciò che i divulgatori del settore e i produttori mettono a disposizione sia per la parte hardware (droni e camere RGB, iperspettrali, termocamere) che software (applicazioni di volo automatico e software di elaborazione dati ricavati dal volo, mappatura 3D, dati NDVI (Normalized Difference Vegetation Index) in agricoltura.

I settori di applicazione presente e futura dei droni sono molteplici e quindi ritengo sia doveroso mantenermi aggiornato su più fronti.

Continuo inoltre ad aggiornarmi in merito alla normativa emessa da ENAC, nel corso degli ultimi anni e approfondisco le tematiche legali attinenti l’uso del drone sia in termini di rischi connessi e responsabilità civili (per le quali ho sottoscritto le necessarie e obbligatorie coperture assicurative), sia in termini di normativa esistente a tutela della privacy.

Per non incorrere in fastidiose interruzioni durante le missioni di lavoro ho preso la buona abitudine, anche se non tenuto a norma di legge, di avvisare i commissariati di zona nel caso di voli in aree dove il rischio attentati possa indurre le forze dell’ordine ad intervenire per chiedermi spiegazioni in merito alla mia licenza di volo e relative autorizzazioni ENAC.

Referenze

Cosa hanno pensato coloro che mi hanno commissionato un video aereo quando ho presentato loro il risultato:

“La settimana scorsa il drone di Marco de Bigontina ESPERIENZA-DRONE, in volo sopra Gello  ha catturato la luce del giorno dal primo raggio dell’alba alle ultime ombre lunghe del tramonto, e nonostante io conosca questo luogo dalla mia infanzia, è stato con sincera emozione che mi è sembrato di arrivarci per la prima volta planando sulla campagna come scoprendolo per la prima volta.”

Giovanni Drugman
www.casedigello.com
Leggi tutte.